Il 28 maggio si celebra la 16^ Giornata Nazionale del Sollievo

23 maggio 2017

La Giornata del Sollievo fu istituita con direttiva emanata nel 2001 dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri allo scopo di “promuovere e testimoniare, attraverso idonea informazione e tramite iniziative di sensibilizzazione e solidarietà, la cultura del sollievo dalla sofferenza fisica e morale in favore di tutti coloro che stanno ultimando il loro percorso vitale, non potendo più giovarsi di cure destinate alla guarigione”.
Nel corso degli anni, andando incontro ai bisogni reali dei cittadini, la mission della Giornata, celebrata ogni anno nell’ultima domenica del mese di maggio, si è estesa alla diffusione della cultura del sollievo dalla sofferenza in tutte le condizioni di malattia ed esistenziali, pur mantenendo un posto di rilievo la fase terminale della vita.

Per celebrare la giornata è’ stato organizzato un evento di rilevanza nazionale il 25 maggio, durante il quale interverranno l’ On. Beatrice Lorenzin, ministro della Salute; l’On. Enrico Costa, ministro per gli Affari regionali; Antonio Saitta, coordinatore della commissione Salute della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome; Emilio Carelli, presidente della Fondazione nazionale Gigi Ghirotti; Livia Turco, coordinatrice Osservatorio volontario Legge 38/2010; Annarosa Racca, presidente di Federfarma; Silvestro Scotti, segretario nazionale della FIMMG; Barbara Mangiacavalli, presidente della Federazione nazionale dei collegi IPASVI; Fulvio Giardina, presidente del Consiglio nazionale dell’ordine degli psicologi; William Raffaeli, presidente della Fondazione  ISAL; Edi Cicchi, presidente della Commissione welfare e politiche sociali di ANCI.

Al termine dell’evento sarà conferito il premio “Gerbera d’Oro” 2017, istituito nel 2006, offerto dalla Fondazione Nazionale “Gigi Ghirotti” e dalla Conferenza delle Regioni e delle Province autonome “ad una struttura sanitaria che si sia distinta per il buon funzionamento dei servizi alla persona in tema di terapia al dolore”.

Sono previste diverse iniziative anche nella nostra Regione (consultare i siti delle Agenzie di Tutela della salute e delle Aziende Socio Sanitarie Territoriali).