Infermieri stranieri

Tutti i professionisti stranieri che intendono svolgere la professione di infermiere o infermiere pediatrico in Italia e sono in possesso del titolo conseguito nel proprio paese di origine devono procedere nel seguente modo:

 

  1. Riconoscimento della qualifica professionale

    Lo svolgimento della professione richiede l’equipollenza della qualifica professionale da chiedere al Ministero della Salute di Roma. Tutte le informazioni riguardanti tale pratica sono pubblicate sul sito al seguente link : Ministero della Salute

  2. Esame presso l’Ordine territorialmente competente

    Ottenuto il decreto di riconoscimento della qualifica professionale, il professionista deve rivolgersi all’Ordine professionale provinciale ove ha la residenza per l’iscrizione all’esame ai fini dell’iscrizione all’albo professionale e il conseguente svolgimento della professione.

    L’Ordine di Milano, ogni anno organizza 4 sessioni di esame indicativamente nei mesi di gennaio, aprile, luglio e ottobre.

    Tutte le informazioni riguardanti tale pratica sono pubblicate al seguente link CLICCA QUI

     

  3. Iscrizione all’albo professionale

Il professionista che ha superato l’esame presso l’Ordine può iscriversi all’albo per lo svolgimento della professione.

Di seguito l’elenco dei documenti da presentare in sede previo appuntamento da prenotare nell’agenda online al seguente link 
ELENCO DOCUMENTI PER ISCRIZIONE


Emergenza epidemiologica Covid-19 – Esercizio temporaneo della professione

Attualmente è in vigore l’art. 13 del DL 18/2020 “Deroga delle norme in materia di riconoscimento delle qualifiche professionali sanitarie” che dispone: “Per la durata dell’emergenza epidemiologica da COVID-19, in deroga agli articoli 49 e 50 del decreto del Presidente della Repubblica 31 agosto 1999 n. 394 e successive modificazioni, e alle disposizioni di cui al decreto legislativo 6 novembre 2007 n. 206 e successive modificazioni, è consentito l'esercizio temporaneo di qualifiche professionali sanitarie ai professionisti che intendono esercitare sul territorio nazionale una professione sanitaria conseguita all’estero regolata da specifiche direttive dell’Unione europea. Gli interessati presentano istanza corredata di un certificato di iscrizione all'albo del Paese di provenienza alle regioni e Province autonome, che possono procedere al reclutamento temporaneo di tali professionisti ai sensi degli articoli 1 e 2 del decreto-legge 9 marzo 2020, n. 14”.

Tutte le informazioni riguardanti tale pratica sono pubblicate sul sito al seguente link

CLICCA QUI

Considerata la carenza di personale infermieristico, l’esercizio temporaneo della professione è stato prorogato al 31/12/2022 come stabilito all'art. 6-bis del decreto-legge n. 105 del 2021.